ALLENARSI CON IL CARDIOFREQUENZIMETRO

ALLENARSI CON IL CARDIOFREQUENZIMETRO

Il Cardiofrequenzimetro è uno strumento che tutti conosciamo, sappiamo che serve per misurare la frequenza cardiaca di un individuo.
In commercio ne esistono di varie tipologie per tutte la tasche, è possibile scaricare applicazioni (Polar Beat, Runtastic, per citarne alcune) che associate ad una fascia cardio bluetooth appropriata permettono di visualizzare sul nostro smartphone in realtime la nostra frequenza cardiaca.
La scelta del dispositivo da utilizzare, vista la vasta gamma di proposte è abbastanza difficile ma non impossibile. Il mio consiglio è di scegliere la soluzione che trovate più comoda in base all’attività che volete svolgere, al budget che avete a disposizione, alla moda del momento. Vi allenate a casa, in palestra o in uno studio di Personal Trainer? Un app. telefonica sarà più che sufficiente per monitortare l’andamento dei vostri sforzi; fate attività outdoor (camminata, corsa, biciletta, nuoto, canoa stc), vi consiglio un orologio da polso, magari impermeabile, più sofisticato.
La cosa che farà la veramente la differenza durante l’allenamento che svolgerete sarà utilizzare in maniera corretta lo strumento acquistato, di seguito alcuni consigli.

1 Individuiamo la nostra frequenza cardiaca massima (FCmax)
Si utilizza la formula empirica 220-Età
(ad esempio, una persona di 40 anni avrà una FCmax 220-40=180 battiti al minuto Bpm).
ATTENZIONE: questa formula è abbastanza precisa ma non va bene per tutti, Fumatori, Asmatici, chi assume particolari farmaci (Betabolccanti, Eutirox, etc), tachicardici e bradicardici, hanno risposte cardiache diverse. Il mio consiglio per queste persone è dimenticare il “fai da te” e rivolgersi ad un professionista

 

2 Ponetevi un obiettivo preciso:
Benessere: attività ad intensità moderata, adatta per rieducare l’organismo all’attività fisica dopo un lungo periodo di stop (camminata, nordic walking, escursionismo, etc)

Dimagrimento:
attività ad intesità media con l’obiettivo di perdere massa grassa (jogging, sci di fondo, bicicletta, nuoto, canoa)

Allenamento Cardio-Vascolare:
attività intensa, per chi già allenato vuole mantenere alto il proprio livello di forma

Allenamento agonistico:
per chi fa Sport a livello agonistico, seguiti da un Preparatore Atletico professionista

 

3 In base all’obiettivo che abbiamo scelto individuiamo la frequenza cardiaca a cui far lavorare il nostro cuore
Benessere: dobbiamo lavorare in un intervallo che va 50-60% della FCmax.
Le formule da utilizzare sono FC50%=FCmax*0,5 ed FC60%=FCmax*0,6
riprendendo l’esempio del nostro quarantenne, FC max=220-40=180bpm, calcoliamo FC55%=180*0,5=90bpm, stessa cosa facciamo per FC60%=180*0,6=108bpm:
Risulterà che il nostro sportivo per raggiungere l’obiettivo scelto dovrà allenarsi in un intervallo da 90-108 bpm

Dimagrimento:
dobbiamo lavorare in un intervallo che va 60-70% della FCmax.
Le formule da utilizzare sono FC60%=FCmax*0,6 ed FC70%=FCmax*0,7
riprendendo l’esempio del nostro quarantenne, calcoliamo FC60%=180*0,6=108bpm, stessa cosa facciamo per FC70%=180*0,7=126bpm:
Risulterà che il nostra sportivo per raggiungere l’obiettivo scelto dovrà allenarsi in un intervallo da 108-126 bpm.

Allenamento Cardio-vascolare: dobbiamo lavorare in un intervallo che va 70-80% della FCmax.
Le formule da utilizzare sono FC70%=FCmax*0,7 ed FC80%=FCmax*0,8
riprendendo l’esempio del nostro quarantenne, calcoliamo FC70%=180*0,7=126bpm, stessa cosa facciamo per FC80%=180*0,8=145bpm:
Risulterà che il nostra sportivo per raggiungere l’obiettivo scelto dovrà allenarsi in un intervallo da 126-145 bpm.

Allenamento agonistico: dobbiamo lavorare in un intervallo che va 85-90% della FCmax.
Le formule da utilizzare sono FC85%=FCmax*0,85 ed FC90%=FCmax*0,9
Risulterà che il nostra sportivo per raggiungere l’obiettivo scelto dovrà allenarsi in un intervallo da 153-162 bpm.